sbiancamento dentale

sbiancamento dentale

In ogni seduta di igiene si ricorre infatti all'utilizzo dell' air flow, uno strumento che unisce la pressione dell'acqua al potere sbiancante e smacchiante del bicarbonato per dare brillantezza al sorriso.

Purtroppo l'effetto dell'air flow dura massimo un mese. Per garantire una sbiancatura  più duratura è consigliabile affidarsi ai nuovi sistemi di sbiancamento permanente.

Il nostro Studio effettua più tipi di sbiancamento dentale.

Sbiancamento domiciliare

Per il trattamento domiciliare il dentista, dopo aver verificato che il paziente non abbia carie e gengiviti, prende un'impronta che serve a confezionare una speciale mascherina personalizzata. All'interno della mascherina, ogni giorno o sera, il paziente dovrà introdurre una dose corretta di gel sbiancante. I prodotti di ultima generazione permettono una durata più breve di applicazione: solo 5/6 giorni per circa mezz'ora al giorno.

Sbiancamento in studio

Per il trattamento in Studio si utilizza perossido d'idrogeno ad alta percentuale, intorno al 35%, foto attivato da una lampada fotopolimerizzatrice. In questo caso si proteggono le gengive con una diga liquida, successivamente si applica un gel sui denti e li si espone alla luce della lampada, accelerando così l'effetto di penetrazione della sostanza sbiancante. In casi di denti con colorazioni più intense può essere necessario ripetere la seduta in studio una o due volte, oppure associare al trattamento alla poltrona il trattamento domiciliare.

Rischi del trattamento di sbiancamento dei denti

Gli effetti collaterali dello sbiancamento sono del tutto trascurabili. L'ipersenbilità che può insorgere appena dopo l'applicazione svanisce nell'arco di poche ore. Inoltre, studi approfonditi hanno evidenziato che lo smalto non subisce alterazioni profonde e quindi non si "indebolisce" né si corrode sopra o sotto superficialmente.

Share by: